La Società Cooperativa SCAL è l'organizzazione che meglio rappresenta la realtà olearia a Loreto Aprutino, essendo peraltro l'unica Cooperativa agricola totalmente lauretana per ciò che concerne la produzione, la trasformazione e la vendita.

Ha sede a Loreto Aprutino in C/da Collefreddo e riveste una particolare importanza nella produzione dell'olio extra vergine di oliva, in particolare nella produzione della D.O.P. denominata Aprutino Pescarese, nonché nella produzione dell'olio extra vergine di oliva biologico, detenendo il primato nella produzione di olio in ambito comunale e collocandosi come punto di riferimento principale per i produttori locali.

Loreto mantiene la posizione di centro storico ed artistico tra i più importanti dell'intero territorio, di cui costituisce una significativa espressione di identità culturale, come quella espressa negli anni 50 segnati dalle lotte bracciantili. A Loreto Aprutino, Piazza Garibaldi divenne il centro del cosiddetto " Sciopero a rovescio " organizzato dalla Federterra e di un imponente blocco stradale, messo in atto dagli agricoltori, che si concluse con 25 arresti e 5 condanne tra i manifestanti, ma anche con la vittoria dei principi democratici che avevano mosso i protagonisti di questo episodio che a buon diritto rientra nella storia della città. Per intensità, per partecipazione popolare rappresentarono uno degli episodi più importanti del conflitto sociale delle campagne abruzzesi. I nostri concittadini pagavano in prima persona, nell'immediato dopoguerra, gli effetti dei danni apportati dalla guerra appena finita e la politica recessiva del governo, che indicava nell'emigrazione l'unica soluzione alla sovrappopolazione delle campagne. I braccianti agricoli, i contadini di Loreto lottarono contro un sistema sociale ed economico ingiusto e semifeudale dove 20 famiglie di agrari locali possedevano il 90 per cento della superficie agricola coltivabile. Con il passare degli anni le problematiche si spostarono sulla gestione della produzione olivicola locale, sempre più sotto il controllo dei frantoiani privati , a discapito dei produttori, che non vedevano ricompensati adeguatamente tutti gli sforzi profusi nella coltivazione dei loro oliveti. Grazie alla mobilitazione degli anni 50 la popolazione aveva maturato una coscienza di lotta agraria, contribuendo profondamente alla crescita civile e democratica del nostro paese. Le mobilitazioni si spostarono sulle produzioni locali e gli agricoltori cominciarono a maturare la convinzione che bisognava gestire direttamente il frutto del duro lavoro e unire le forze produttive del paese.

Nasce così nel 1967 per volontà di 28 soci cooperatori la Cooperativa SCAL con l'intento di essere un punto di riferimento per gli agricoltori e liberarsi dalla morsa delle aziende di trasformazione private da cui dipendevano fino a quel momento. La valorizzazione della produzione poteva essere raggiunta attraverso la forma Cooperativa, e il maggior valore era dato non solo dalla vendita delle olive ma anche dalla trasformazione, volta alla commercializzazione collettiva.

Inizialmente l'attività nasce principalmente per la trasformazione delle olive e produzione di olio extra vergine di oliva, per cui nel ciclo produttivo erano inserite due linee di produzione con presse idrauliche. Negli anni 90 con lo sviluppo della tecnologia e di nuovi strumenti per la raccolta delle olive fu necessario rinnovare la linea di produzione in quanto l'impianto tradizionale non garantiva più un assorbimento adeguato della produzione. Infatti dalla raccolta tradizionale effettuata a mano con l'ausilio di pettini, scale e reti si passò a un metodo tecnicizzato basato sull'utilizzo di scuotitori, abbacchiatori e altri dispositivi , sempre più in sintonia con le nuove norme sulla sicurezza in quanto inibivano l'uso delle scale.

Se inizialmente il periodo di raccolta era molto lungo e si distribuiva da ottobre a dicembre, creando un frazionamento naturale della produzione, con l'avvento dei nuovi mezzi i periodi di raccolta sono minori: ciò comporta una maggiore produttività giornaliera degli agricoltori ma anche una maggiore intensità di trasformazione richiesta nel ciclo della trasformazione. Per far fronte a ciò la Cooperativa SCAL installò un impianto a ciclo continuo che garantì non solo un maggiore assorbimento della produzione ma anche più igiene e migliore qualità del prodotto finito. Anche le procedure di stoccaggio delle olive cambiarono, si passò dalla conservazione nei sacchi e stoccaggio a terra a un sistema di stoccaggio meccanizzato attraverso l'uso di cassoni forati sollevati da carrelli elevatori, che si traduceva in una minore necessità di manodopera, migliore conservazione delle materie prime garantendo un prodotto finale di maggiore qualità.

Gli esperti della SCAL consigliano, i migliori sistemi di raccolta e stoccaggio delle olive, poiché la raccolta può avere incidenze sulla qualità dell'olio per l'epoca e le forme di esecuzione; individuare l'epoca ottimale significa anche individuare lo stadio in cui la qualità e la quantità dell'olio sono al giusto rapporto.

Le partite di olive accolte dalla SCAL sono selezionate e classificate in base allo stato sanitario, alla provenienza, all'esposizione e alla struttura dei terreni.

Lavoriamo i frutti in modo diverso, tenendo conto dei vari fattori, in questo modo possiamo produrre un olio aromatico, dal profumo intenso, rustico, dal colore verde, oppure altri dal fruttato maturo, di gusto più dolce, rotondo, morbido, selezionando le olive più mature, provenienti da esposizioni più soleggiate.

L'intervento degli esperti e dei soci della Cooperativa non si esaurisce in campo né nel frantoio sociale, infatti, nella consapevolezza che la sopravvivenza del settore olivicolo è fortemente legata alla qualità del prodotto, solo il meglio della produzione è destinato al confezionamento e alla commercializzazione.

Nell'ottica del risparmio energetico e del mantenimento di un equilibrio ambientale la nostra Cooperativa utilizzando un impianto fotovoltaico aziendale, produce il 100% del suo fabbisogno energetico per alimentare i suoi impianti produttivi e commerciali.

Il lavoro svolto finora è dedicato soprattutto a tutti i nostri agricoltori che ci hanno lasciato dopo una vita di sacrifici e di lotte cercando di lasciarci un mondo più libero e giusto.




Nome

e-Mail


Trattamento dati personali